Martire della libera informazione

Leggo su Repubblica.it che a L’Avana un giornalista si sta lasciando morire di fame per protesta contro il divieto per lui e suoi giornalisti di usare Internet. E dichiara: “Se devo essere un martire della libera informazione lo sarò”. E’ Guillermo Farinas, 43 anni, direttore dell’agenzia indipendente "Cubanacan press".

L’Agenzia stampa di Guillermo Farinas è impegnata nella denuncia della violazione dei diritti dell’uomo a Cuba e nella diffusione delle opinioni che non trovano spazio sulla stampa ufficiale. La notizia è stata diffusa da Reporter sans frontieres, che riporta anche le dichiarazioni del giornalista: “Abbiamo il diritto di usare Internet”.

Fino allo scorso 23 gennaio i giornalisti dell’Agenzia potevano inviare le notizie da un Internet point pubblico nella città di Santa Clara. Poi gli è stato impedito. E il 31 gennaio Farinas ha dato inizio allo sciopero della fame. In una lettera a Fidel Castro il giornalista ha dichiarato che andrà avanti fino a quando ai giornalisti non sarà possibile accedere a Internet.

Secondo Reporter sans frontieres, Cuba è uno dei 15 paesi ostili a Internet e uno dei più repressivi al mondo riguardo la libertà di espressione online. L’accesso alla Rete è un privilegio per pochi e per averlo occorre l’autorizzazione del Partito. Anche una volta ottenuto, si ha comunque un accesso fortemente censurato.

L’articolo di Repubblica.it
L’articolo di Reporter sans frontieres

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane.
Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria.
Infine, scrivo.
Scrivo poesie, racconti e romanzi.
Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it.
Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store.
Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *