Frittata saporita

ImagePrediligo i piatti semplici, preparati con ingredienti sani, genuini e facilmente riconoscibili. Probabilmente non sarò una buongustaia né, tanto meno, una gran cuoca. Tanto che mi capita di essere sempre diffidente quando qualcuno mi raccomanda un ristorante perché “lì si mangia bene”: di solito sperimento poi che “mangiar bene” significa solo “mangiar tanto”, abbuffarsi e attentare alla propria salute con miscugli di panna e l’utilizzo di oli di dubbia fama.

A conferma del fatto che non sono una buona forchetta né, tanto meno una cuoca provetta, io vi propongo una frittata. I miei esperimenti culinari, ne sono consapevole, non godono di particolare attrattiva: frittata, polpette, verdure stufate, qualche dolcino. Ma ditemi la verità: voi, ogni giorno, a casa vostra cosa mangiate? E se vi dico che la mia merenda preferita consiste nel pane raffermo con pomodori, olio extra vergine d’oliva, origano e sale? Sarà il retaggio delle mie radici campagnole che ancora si diramano insistenti nei meandri della mia casa qui a Genova (e prima e Milano), ma non proponetemi piatti con ghirigori di pallide salsine, torte salate imbottite di panna e uova, spruzzate di cacao sulle lasagne o semini sconosciuti.

Detto questo, passo alla mia frittata.
Questi gli ingredienti per 2-3 persone:
3 uova
formaggio grattugiato: grana, parmigiano o pecorino nella quantità compresa tra i 50 e i 100 g
½ cipolla
prezzemolo e/o altre erbe aromatiche
sale q.b.
pangrattato
latte

ImageNel tegame faccio appassire dolcemente la cipolla affettata sottilissima con l’olio extra vergine d’oliva. Intanto sbatto le uova con il formaggio, regolo di sale e mescolo con le erbe aromatiche tritate. A questo punto aggiungo pangrattato fino a che il composto non si addensa e diventa cremoso. Aggiungo mezzo bicchiere di latte e verso il tutto nella pentola, sopra il soffritto di olio e cipolla. Livello con una spatola o con un cucchiaio bagnato di latte e faccio cuocere da un lato a fuoco medio.

Quando la cottura sembra stia procedendo per il meglio e la parte inferiore della frittata assume un bel colorito dorato, arriva il momento cruciale: bisogna girarla, ‘sta frittata. Confesso che l’operazione fallisce mediamente una volta si e una volta no. Quando il composto frana sul coperchio su cui l’ho rivoltato, opto mestamente per delle uova strapazzate, arricchite con il pan grattatato. Ma se riesco a girare la frittata e riadagiarla nella padella, la soddisfazione è tanta e tale che mi sembra ne benefici persino il sapore. Quando anche l’altro lato è ben cotto, faccio riposare la frittata su carta assorbente e tolgo l’unto in eccesso. Poi la servo, di solito con tante  buone verdure di contorno.

Varianti
A volte, al soffritto di cipolle aggiungo una patata media grattugiata o una zucchina tagliata a rondelle. Oppure arricchisco il composto di uova con qualche cucchiaiata di ricotta. Su suggerimento della mia mamma, il pangrattato nella frittata dà una consistenza croccantina e saporita e assicura una frittata più alta e consistente. L’ultima volta l’ho servita con le cime di rape ‘nfucate. Pasto completo e gustoso.

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane.
Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria.
Infine, scrivo.
Scrivo poesie, racconti e romanzi.
Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it.
Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store.
Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *