That’s Life

ImageAltro che ninne nanne! Un’altra canzone che adoro ascoltare e che, necessariamente, si sorbisce anche la mia bambina è “That’s life”, una delle mie preferite fra quelle di Frank Sinatra.

Spesso la canto, testo alla mano, e mi piace proprio tanto perché mi fa venire alla mente quelle atmosfere anni ’50 e ’60 e i film con i divi di una volta, i tagli perfetti degli abiti, l’eleganza di dialoghi e scene e  la vera magia del cinema.  Poi Frank Sinatra fa sparire al suo cospetto tutti i suoi epigoni, compreso quel paffutone di Michael Boublè.

Mi piace molto anche “Have you met Miss Jones” che, insieme ad “Hey Jude” dei Beatles e a “That’s life”, fanno da colonna sonora a queste ultime settimane di gravidanza. “That’s Life”, in particolare, è carica di energia, ha un ritmo irresistibile e il testo è modernissimo. Non a caso, la stessa canzone è stata interpretata da Robin Williams, Michael Bolton e dal grande James Brown.  Io però la preferisco nella versione Sinatra.

Qui riporto il testo
That’s Life
(Frank Sinatra, 1966)

That’s life (that’s life), that’s what all the people say
You’re ridin’ high in April, shot down in May
But I know I’m gonna change that tune
When I’m back on top, back on top in June

I said that’s life (that’s life), and as funny as it may seem
Some people get their kicks stompin’ on a dream
But I don’t let it, let it get me down
‘cause this fine old world, it keeps spinnin’ around

I’ve been a puppet, a pauper, a pirate, a poet, a pawn and a king
I’ve been up and down and over and out and I know one thing
Each time I find myself flat on my face
I pick myself up and get back in the race

That’s life (that’s life), I tell you I can’t deny it
I thought of quitting, baby, but my heart just ain’t gonna buy it
And if I didn’t think it was worth one single try
I’d jump right on a big bird and then I’d fly

I’ve been a puppet, a pauper, a pirate, a poet, a pawn and a king
I’ve been up and down and over and out and I know one thing
Each time I find myself layin’ flat on my face
I just pick myself up and get back in the race

That’s life (that’s life), that’s life and I can’t deny it
Many times I thought of cuttin’ out but my heart won’t buy it
But if there’s nothin’ shakin’ come this here July
I’m gonna roll myself up in a big ball a-and dieMy, my!

Su iTunes potete avere un assaggio di “That’s life” interpretata da James Brown, Michael Bolton e Robbie Williams, che qui potete ascoltare anche in “Have you met Miss Jones”.

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *