Casino Royale

ImageFaccio outing. Ho visto Casino Royale, l'ultimo film su James Bond. Di solito non dedico spazio a commenti su film o libri che mi interessano, ma questa volta ho deciso di uscire allo scoperto.

Amo molto il cinema, ma in questo caso non si tratta certo di un film d’autore che mi permetta di atteggiarmi ad esperta dai gusti raffinati o ad appassionata di un genere in particolare, né posso dire che mi abbiano trascinato al cinema contro la mia volontà. Anzi, finora di 007 conoscevo il nome della “penna” che l’ha creato, gli attori che l’hanno interpretato e qualche Bond Girl più famosa, ma di film per intero non ne avevo mai visti nemmeno in TV.

Questa volta, spinta da recensioni entusiastiche sul “migliore James Bond” di tutta la serie mi sono proprio incuriosita e ho convinto Andrea ad andare a vedere il film, già nel primo weekend di programmazione. Lui stesso era perplesso, conoscendo la mia allergia a film d’azione, con effetti speciali e pistolettate varie. Ma ero curiosa anche perché avevo letto che nel film c’è una bella storia d’amore da cui dipenderà tutta la successiva vita sentimentale del protagonista di cotante avventure e, si sa, noi donne con il pancione siamo delle romanticone.

Sulla storia, i protagonisti e tutte le curiosità sul film rimando al link ufficiale della Sony Pictures. Io qui continuo con il mio imbarazzato outing e invito tutte le donne che snobbano il genere o che pensano che Sean Connery sia l’unico 007 fascinoso o che sostengono che i biondi siano privi di attrattive ad andare a vedere il film! Perché 'sto Daniel Craig fa la sua gran bella figura. Sarà la tempesta ormonale della gravidanza che mi fa parlare, ma a sentire i miei commenti entusiastici su quel gran figo del nuovo Jame Bond frotte di amiche sono andate a vedere il film e poi le amiche delle amiche, e le amiche e le amiche delle amiche…Sarà per questo che Casino Royale è il film più visto della serie su 007?

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane.
Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria.
Infine, scrivo.
Scrivo poesie, racconti e romanzi.
Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it.
Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store.
Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *