Yogurt home made

ImageVisto che Maria Sole non apprezza altro latte che quello della sua mamma (buongustaia!) e visto pure che ormai fa tutti i pasti “da grande”, per colazione la mia signorina mangia lo yogurt. Almeno fino a prossimo contrordine.

Così, finchè gradisce, lo yogurt lo preparo in casa. Anche senza yogurtiera, il metodo è molto semplice e garantisce genuinità, freschezza e fermenti vivi, che più vivi non si può.

Io procedo così: utilizzo un litro di latte intero fresco e un vasetto di yogurt fresco intero bianco, entrambi il più possibile lontani dalla scadenza.

ImageScaldo il latte in una pentola d’acciaio e lo porto lentamente a bollore per alcuni minuti. Faccio raffreddare, finchè immergendo un dito sento il liquido piacevolmente caldo. Tolgo la panna che si è formata in superficie e stempero lo yogurt nel latte.

Quindi metto a riposare coperto e in un luogo caldo (forno con lucina accesa, per esempio) e aspetto per 6-8 ore finché lo yogurt non raggiunge la consistenza desiderata. Infine, metto in frigo, dividendo lo yogurt in vasetti più piccoli.

Lo yogurt ben conservato dura anche una settimana, ma di solito noi lo finiamo prima. E ricominciamo il giro.

Segnalo qui tutti gli accorgimenti e le tecniche per fare lo yogurt in casa e migliorarne la compattezza, il grado di acidità e la resa: ottimi i consigli di Gennarino, di Piero e di Francesca e Lenny .

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *