Pane allo yogurt

ImageIl problema di quando si comincia a fare il pane in casa è che non si riesce più a smettere. Per di più, da pugliese cresciuta a pane di grano duro e friselle, la sfida è troppo stimolante per potersi arrendere.

Senza contare che il pane che si acquista al supermercato o al panificio il più delle volte delude e il giorno dopo è immangiabile.

Detto questo, ho voluto provare il pane allo yogurt anche per via di una sovrabbondanza di yogurt casalingo. La ricetta è tratta dal sito dell’infallibile Gennarino ed è quella dei panini allo yogurt. Io ho raddoppiato le dosi e preparato due pagnotte, spolverate di semi di papavero.

Questi gli ingredienti che ho usato per ciascuna pagnotta:

400 g di farina 0
100 g di farina manitoba
2 cucchiai di burro
150 g di yogurt bianco naturale
150 g di latte
15 g di lievito di birra
farina e burro per la spianatoia e lo stampo
un cucchiaio di sale

ImageDispongo la farina a fontana sul piano infarinato e verso al centro tutti gli ingredienti, tranne il burro. Lavoro l’impasto per circa un quarto d’ora e poi aggiungo il burro morbido. Lavoro ancora alcuni minuti e poi lascio lievitare per almeno due ore, fino a che l’impasto non ha raddoppiato il suo volume. Imburro e infarino lo stampo e vi adagio la pasta. Lascio lievitare ancora un’ora e poi cuocio in forno caldo a circa 220°, finché il pane non assume un bel colore dorato scuro.

Non è certo un pane che s’accompagna con la mortadella o sapori decisi, ma è un degno compagno di maionese e prosciutto e di spuntini pomeridiani. Infine, la mollica soffice, morbida e profumata supera degnamente la prova inzuppatura nei sughi e negli intingoli.

Avvolto in un telo di cotone, si conserva bene per un paio di giorni.

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane.
Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria.
Infine, scrivo.
Scrivo poesie, racconti e romanzi.
Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it.
Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store.
Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *