Istantanee dal Salento

ImageSettembre. Prima che l’estate ci saluti, ora che le temperature invitano a pensare, agire e progettare riaffiorano i ricordi delle ultime vacanze nella mia terra, il Salento. Come fotografie istantanee, gli appunti scarabocchiati su fogli sporchi di sabbia fanno capolino dal fondo della sacca per il mare. In ordine sparso, o quasi.

Architettura 1. Case così grandi che poi diventano prigioni, una volta vecchi. Il ferro battuto su porte e finestre ha un presagio di morte.

Architettura2. Chiese bionde, eleganti signore di pietra, immutate nel tempo. Anzi, più altere. Qui gli anziani ancora si accomodano dopo lo “Scusate le spalle” di rito.

By night 1. Insonnia d’estate. Ancora sveglia alle due di notte. Senza essere andata a ballare.

By night 2. Alle tre di notte riecco l’insonnia da ferie. Di solito inganno l'attesa facendo fuori brioss Kinder sottratte nottetempo (manco a dirlo) ai minorenni presenti in questa casa ad agosto.

By night 3. Si possono fare un sacco di cose a ritmo di pizzica.

Cibo 1. I migliori cornetti crema e nutella of the world. Come pure pane, pizze e focacce. E non è campanilismo, ma la pura, sacrosanta verità.

Cibo 2. La parmigiana di melanzane come Dio e mamma comandano.

Cibo 3. Abbuffata di melanzane ‘rrustute.

Cibo 4. I pomodori hanno il sapore dei pomodori.

Fauna locale 1. Avvistato caratteristico esemplare di pensionato in bermuda e canottiera, calzini corti e mocassini dotato altresì di mignolo con unghia lunga multiuso, più utile di un coltellino svizzero.

Fauna Locale 2. Bellissima gioventù. Vitale, allegra, rumorosa. Sanguigna. Lineamenti da Magna Grecia.

Fauna Locale 3. Rimane, permane, persiste l’ossessione per la griffe e i capi firmati ad ogni costo. Aborro.

In giro 1. Clacson al semaforo. Dove andate tutti così di fretta?

In giro 2. Visi noti dall’infanzia. Sfilano sullo struscio con prole al seguito. I più hanno la panza di chi ha messo su famiglia e mandato giù troppo cibo. Le donne hanno tutte troppe mèche e le cosce grosse.

Mare 1. O mare mio, sto ‘nfronte a te.

Mare 2. Mare, profumo di mareeeeee.

Mare 3. Le pinne, i braccioli, gli occhiali.

Negozi 1. Bar, ristoranti, hotel e centri benessere dai nomi inglesi o dalle atmosfere esotiche sono disseminati ovunque. Avulsi dal contesto, però.

Negozi 2. Erboristerie, negozi d’abbigliamento, di scarpe, di accessori, di prodotti tipici, di souvenir. Nonché pizzerie, birrerie, puccerie, paninoteche, spaghetterie. Grazie a contribuiti, fondi e prestiti d’onore spuntano come funghi e cadono poi come mosche.

Spiaggia 1. Ore 9,35: conquistato con somma soddisfazione il nostro posto al sole. Venti minuti dopo alle nostre spalle un intero condomino si accampa con sdraio, ombrelloni, asciugamani, salvagenti e secchielli. Occupano tutto il suolo circostante: siamo circondati, appaltati. Saranno gli effetti del piano casa.

Spiaggia 2. Perizoma. C’è chi può, senza dubbio. E c’è anche chi non dovrebbe, purtroppo.

Spiaggia 3. A mezzogiorno gli ambulanti vendono parmigiana di melanzane, pitta te patate, lasagne, melanzane e peperoni arrostiti, gnocchetti al ragù o alle cozze, seppie ripiene. Mica pizza e fichi. Dubito siano autorizzati.

Spiaggia 4. Non resisto. Compro parei, copricostume, collane e fasce per capelli dagli ambulanti. Adoro il look da spiaggia a pochi euro. Per ogni estate ce n’è uno.

Spiaggia 5. Ma quanta gente c'è quest'anno qui?!

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *