Il tempo delle (torte) di mele

ImageE’ autunno inoltrato e da tempo il forno funziona a pieno regime. Scaldiamo le lunghe giornate di influenza, raffreddori, buio, impegni quotidiani con qualcosa di buono appena sfornato.

Mi piacciono gli odori, dolci o salati, che il forno sprigiona sapientemente. E la lucina accesa, quel tepore giallo e cortese, che riempie l’attesa.

Ogni volta Maria Sole mi chiede “Mamma, cosa prepari?” e ad una qualsiasi mia risposta  – che sia una torta, la pizza, il pane, le lasagne – risponde “Mamma che buono. Me lo mangio tutto io!”.

Di solito inauguro la stagione autunnale con una torta di mele, anche se poi non resisto e, presto, ne sforno una al cioccolato. Poi mi sintonizzo sulla crostata con la marmellata, preferita da tutti. E la furia mangereccia si placa.

Della torta di mele mi piacciono la morbidezza e il profumo, l’associazione con il thè, con una pausa gratificante, una merenda nutriente o uno strappo alle regole senza eccessivi sensi di colpa. E ogni volta ne provo una diversa.

Ho apprezzato molto quella di Ady e quella di Spelucchino. A questo proposito, seppure in ritardo, mi associo all’appello di Jacopo e di molti altri amici foodblogger contro i ladri informatici e televisivi di ricette e relative foto.

E’ anche per questo che non posto le ricette delle due torte, ma rimando chi legge ai rispettivi autori: Spelucchino per la “Torta alle mele” e Ady per “La mia torta di mele”.

Ed eccole qua le torte, in tutto il loro splendore: ottime, delicate, fragranti.

Image

Image

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *