Fresco fresco (cous cous alle verdure)

ImageLe vacanze si avvicinano. Tra il lavoro, i soliti impegni, il sudatissimo rinnovo di contratto e tutto il pazzo pazzo mondo che mi gira intorno, passo il mio tempo anche in cucina.

Luglio è stato un mese caldo e la voglia di cucinare è scesa ai minimi storici.  Però i generi di conforto non sono certo mancati e mi sono dedicata soprattutto a piatti semplici e freschi.

Quando fa molto caldo mi porto avanti con la preparazione dei piatti la sera o la mattina presto: preparo cibo in quantità e poi mi allontano dalla cucina per tutto il resto della giornata.

Il cous cous, per esempio, è un piatto che si presta benissimo alle preparazioni anticipate. Anzi, rende di più dopo qualche ora di “riposo”. La versione preferita di queste ultime settimane è quello alle verdure: il cous cous è allegro, colorato e gradito da tutto la famiglia.

Ingredienti per il cous cous nella foto:
Zucchine
Carote
Cipolla
Pomodorini
Tonno
Sale
Olio
Erbe aromatiche
Quantità: fate voi, in base ai commensali previsti.

Procedo così: riduco a dadini zucchine e carote e le faccio appassire in un po’ d’olio, con mezza cipolla affettata finissima. Salto le verdure fino a che il sughino di cottura non s’asciuga e i lati delle verdure si scuriscono appena, così da sembrare quasi tostati. Faccio raffreddare e intanto preparo il cous cous, secondo le indicazioni riportate sulla confezione.

Di solito, a una certa quantità di prodotto per persona corrisponde la stessa quantità d’acqua, cui si aggiunge un pizzico di sale e un cucchiaio d’olio per porzione. Metto a bollire l’acqua salata e vi aggiungo il cous cous, quindi lascio riposare per cinque minuti.

Infine, con una forchetta sgrano il cous cous, quindi procedo con il condimento. Unisco cous cous e verdure cotte, aggiungo pomodorini tagliati a dadini, tonno, erbe aromatiche e condisco con olio e sale. Ripongo in frigo e lascio insaporire fino a sera. Poi tutti insieme lo mangiamo per cena. Di solito sul balcone, come si conviene in una calda serata d’estate.

Buona vacanze!

Image

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *