L’estate sta finendo (melanzane a funghetto))

melanzane a funghettoToh, l’estate sta finendo! Dopo un inverno lunghissimo, finalmente abbiamo fatto il pieno di sole e di energia. E di cose buone da mangiare. Le melanzane, per esempio.

A me piacciono moltissimo quelle arrostite, condite con sale, olio, aglio e un pizzico di peperoncino. Ma le melanzane a funghetto hanno un posto speciale nella personalissima lista dei piatti preferiti. Perchè quando sono preparate a regola d’arte, sono davvero una bontà.

Dopo aver letto e apprezzato un bellissimo post di Paoletta di Anice & Cannella, lo scorso luglio, le ho preparate diverse volte. Certo, non sempre con i risultati sperati, ma dopo una serie di prove e tentativi posso affermare di essere quasi padrona della ricetta.

Riporto qui, fedelmente, le indicazioni di Paoletta per la corretta preparazione delle melanzane a funghetto.


Ho rosolato l’aglio schiacciato nell’olio caldo, poi ho aggiunto le melanzane a tocchetti e con la buccia, 3 grosse, con 2 cucchiai di concentrato di pomodoro il peperoncino e la mentuccia. Ho spadellato un po’, a padella scoperta, e poi solo ogni tanto. Devono anche rimanere ferme per potersi rosolare.

Poi ho salato, abbassato il fuoco e aggiunto altro olio, ovviamente extravergine. Si sono cotte in una decina di minuti, devono rimanere integre, rosolate fuori e cremose dentro.
Alla fine ho aggiunto una foglia di basilico spezzettata, ho messo il coperchio e mangiato tiepido il giorno dopo, fino a sentirmi male.
E siccome per gustare melanzane così buone bisognerà aspettare l’estate prossima, lasciatemi essere nostalgica e ascoltatevi i Righeira 🙂

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *