Formula 3+1

Shhhhhh! Scrivo in silenzio, tra una poppata e un sonnellino di Anna Luce. Maria Sole è a scuola, Andrea è al lavoro. In casa regna un silenzio irreale, una quiete dolcissima interrotta solo dai sospironi della piccola e dai suoi nghe e ngaaa quando la fame la sveglia da un sonno beato.

I primi venti giorni vissuti all’insegna della formula 3+1 sono volati via. Ci stiamo assestando sui nuovi ritmi e tutto sembra andare per il meglio. E’ un po’ faticoso, inutile negarlo, ma vuoi mettere la soddisfazione?

Il parto è andato bene e in poche ore ero già in piena attività, più forte e in forma che pria. Nei tre giorni di ospedale ho deciso che mi sarei riposata e fatta coccolare, consapevole che da qui ai prossimi 3 anni non avrei vissuto momenti così rilassanti e rigeneranti nemmeno in una Spa esclusiva.

Il giorno del ritorno a casa mi sono abbandonata senza ritegno a un copioso pianto di gioia e commozione alla vista dei palloncini e degli striscioni scritti da Maria Sole (in collaborazione con la zia Annamaria). Zia e nipote avevano anche creato sul pavimento un percorso di candeline e disegni sul tema “Un sentiero di luce per Anna Luce”.

La mazzata finale è stato lo striscione “Bentornata mamma, mi sei mancata”. Roba che anche solo a scrivere queste parole mi viene il groppo in gola. Anche a distanza di venti giorni, Maria Sole ogni tanto butta lì un “Quando eri in ospedale mi sei mancata tanto, mamma”. Sarà che i giorni in ospedale sono stati i primi in cui siamo state lontane l’una dall’altra, sarà pure che le piace vedere l’effetto che mi fanno le sue parole (piango subito), vai a sapere, ma prima o poi bisognerà mettere un freno a questa mia incontinenza emotiva.

Ma ne ho tutti i motivi, direi. Ora siamo in quattro. E assaporo una profonda sensazione di pienezza e gratitudine. Per la gioia che regala Anna Luce, per i nuovi equilibri che l’amore disegna e distribuisce e l’affetto di tutti, nonni, zii e amici.

Dopo 24 ore di convivenza a quattro, ho chiesto a Maria Sole cosa pensasse della nuova arrivata. Mi ha risposto: “E’ carina, mamma. Possiamo tenerla tutti i giorni”. Direi che è un ottimo inizio! E poi, man mano che passano i giorni, la piccola si rende inconsapevolmente più simpatica agli occhi della Sorella Maggiore: stringe nella manina il dito di Maria Sole, sembra che abbozzi un sorriso solo per lei quando sono vicine, ne sopporta in silenzio le carezze e la tenerezza irruenti.

Il colpo da maestro sono i ruttini e la cacca ad ogni poppata: scatenano la risata irrefrenabile di Maria Sole, abbattono ogni eventuale resistenza e rappresentano le basi per un saldo rapporto tra sorelle. Inoltre, tutti gli elementi messi insieme rendono il tenero fagottino un personaggio forse un po’ rompiscatole ma decisamente irresistibile, tanto da farlo entrare a pieno titolo nel quadro familiare.

La piccola intanto poppa tutto quello che può tutte le volte che vuole, poi crolla inevitabilmente addormentata, piena di latte e di coccole. Vanta già diverse pieghe di ciccia in varie parti del corpo e si avvia verso la costituzione di un triplo mento di tutto rispetto. Io la amo ormai spudoratamente e senza speranza.

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *