Telefonami tra vent’anni

Tutte le cose che volevo dire, in questa settimana, non le ho dette e non le ho scritte. Sono rimaste tra i miei appunti. Almeno per questa settimana non ho potuto citare una delle mie frasi preferite di Alessandro Bergonzoni “Io quello che dovevo dire l’ho detto, quello che dovevo fare l’ho fatto”. Pazienza.

A causa del fermo scolatisco a scuola di Maria Sole, ho avuto i tempi più stretti anche se ho risposto a tutte le convocazioni richieste dai miei ruoli. Non è mancata nemmeno la merenda con le amichette che ha invitato Maria Sole, torta al cioccolato e pizze comprese. Tra le scoperte della settimana, non posso non citare la mia somiglianza con Mamma Pig, che “lavora anche lei al computer”, come mi ha fatto notare Maria Sole. Mi manca solo la sigla per enfatizzare le numerose affinità!

Poi ieri la notizia della scomparsa improvvisa di Lucio Dalla. All’inizio sembrava una di quelle bufale che girano ogni tanto sul web e sui social. Purtroppo no, non era così. Allora tra l’emozione, le sue canzoni che hanno invaso Facebook, i giornali che ne parlavano e la tv, la notizia ha toccato profondamente un po’ tutti. Mi veniva pure da pensare “Ma proprio Lucio Dalla, caxxo?!”.

E niente. M’è tornato in mente uno dei film più riusciti di Carlo Verdone, Borotalco del 1981, in cui l’omaggio a Lucio Dalla percorre tutta la storia. Non ho pensato subito alle sue canzoni, anche se conosco molti suoi pezzi a memoria. O forse mi son venute tutte in mente e all’improvviso sono diventate una folla di parole. Credo sia perchè “adesso non so cosa dirti, …non so risponderti e non ho voglia di capirti”, come dice il testo di “Telefonami tra vent’anni”. E poi “con un’aria da commedia americana sta finendo anche questa settimana”: quindi vi saluto, a lunedì!

Pubblicato da

Alessandra Versienti

Ho superato i quaranta, ma conservo intatti le insicurezze e i terrori dei vent’anni. Il che – giuro! – non è un vezzo per sentirmi più giovane. Ho una brillante (…) e multiforme carriera da precaria: dal 2001 mi occupo di comunicazione on line e come freelance curo progetti editoriali e scrivo testi per il web. Inoltre sono una Prof: insegno Lettere nei licei e negli istituti di istruzione secondaria. Infine, scrivo. Scrivo poesie, racconti e romanzi. Alcune mie poesie compaiono in antologie poetiche curate da editori italiani: “Poetando. L’uomo della notte” curato da Maurizio Costanzo, ed. Aliberti 2009, e “I versi della Leda”, edito da I Libri della Leda nel 2010. Nel 2015 ho pubblicato su Amazon, in formato Kindle, la mia raccolta poetica Margini. Antologia provvisoria di parole e mutevoli sensi. Oggi la silloge è disponibile anche in formato cartaceo su IlMioLibro.it. Dal novembre 2016 è disponibile su IlMioLibro.it anche la nuova raccolta in versi Sangue. 30 poesie. La raccolta è disponibile anche su Amazon, nel Kindle Store. Sono sposata con A., abbiamo due bambine e viviamo all togheter in una città che si affaccia sul mare, dove i tramonti tolgono il fiato. La bellezza e la gioia mi fanno balbettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *